Taralli dolci senza glutine, fragranti e golosi

Questi taralli dolci sono irresistibili: uno tira l’altro! Gustali inzuppati nel caffè o in un bicchiere di latte caldo. Un tuffo nei ricordi dell’infanzia!

Taralli dolci senza glutine con lo zucchero

Sono fragranti, porosi e ricoperti da una golosa crosticina croccante allo zucchero. Questi taralli dolci sono ideali da inzuppare! Sia a colazione, con un buon caffè, ma anche dopo pasto insieme ad un bicchiere di vino. Il profumo è semplicemente inebriante! E sono davvero semplicissimi da realizzare, persino in versione senza glutine! Non avrai bisogno di nessuna attrezzatura particolare. Solo una ciotola e una forchetta. Non ci credi? Non ti resta che provare!

Per realizzarli occorrono (per 12 taralli dolci):

Taralli dolci senza glutine con lo zucchero
  • 50g di burro ammorbidito
  • 60g di zucchero semolato + q.b. per coprire i taralli
  • 1 uovo intero
  • 180g di farina
  • Un cucchiaino di lievito per dolci
  • Un “tappo” di liquore all’anice

Per prima cosa, lavora lo zucchero il burro ammorbidito con una forchetta fino ad ottenere una crema liscia e senza grumi. Aggiungi l’uovo e continua a lavorare con la forchetta fino a quando non sarà completamente assorbito. Dovresti ottenere un composto liscio ed omogeneo, abbastanza liquido. A questo punto, è il momento di aggiungere la farina.

Taralli dolci senza glutine? Certo che sì!

Per la versione senza glutine dei miei taralli dolci con lo zucchero ho utilizzato la farina Biaglut per pane e paste lievitate, che conferisce all’impasto un certa elasticità e dona ai biscotti una fragranza e una consistenza semplicemente perfetta! Se non sei celiaco, puoi ovviamente utilizzare una comune farina 00 ricordando che la quantità di farina necessaria potrebbe variare anche in ragione della dimensione dell’uovo. Ricorda: l’impasto deve avere una consistenza simile a quello della pasta frolla. Devi poterlo lavorare tra le mani senza che risulti troppo appiccicoso al tatto.

Taralli dolci senza glutine con lo zucchero

Dopo aver incorporato la farina e il lievito aggiungi anche il liquore. Se non ti piace l’anice puoi impiegare il liquore che preferisci, persino il limoncello per un aroma inconfondibile. Se invece non vuoi utilizzare una bevanda alcolica oppure vuoi servire i tuoi biscotti a dei bambini puoi sicuramente omettere il liquore. Al suo posto, potresti usare del succo di limone o di arancia, o anche del latte in cui hai fatto macerare una bacca di vaniglia. I tuoi taralli dolci saranno assolutamente deliziosi! Non eccedere con i liquidi, però. Tieni sempre d’occhio la consistenza dell’impasto.

La formatura dei taralli

Questo passaggio è davvero molto più semplice di quello che potresti pensare. Per comodità, ho deciso di scattare delle foto passo passo. Procedi in questo modo. Per prima cosa, bagna un pochino le mani nel latte (non esagerare!) e preleva una piccola porzione di impasto,

Lavora una piccola porzione di impasto tra i palmi delle mani per ottenere un cilindro non troppo sottile.

Richiudi il cilindro su stesso e premi leggermente le estremità per farlo aderire. Il foro centrale deve essere abbastanza ampio, perché i taralli dolci cresceranno in cottura.

Poni ciascun tarallo in una piccola ciotolina piena di zucchero semolato. Scuotila delicatamente per far aderire lo zucchero sulla superficie dei taralli.

Delicatamente solleva il tarallo e scuotilo appena per rimuovere l’eccesso. Poi adagialo su una leccarda foderata di carta forno e procedi fino ad esaurire l’impasto, avendo cura di distanziare un po’ i tuoi taralli.

A questo punto sei pronto per infornare. Porta la teglia in forno preriscaldato a 180° e lascia cuocere i taralli dolci per circa 10/15 minuti, ma tieni sempre d’occhio il forno! Quando sono ben dorati è il momento di sfornare. Lasciali raffreddare completamente, poi puoi gustarli con il tuo caffè o con un bicchiere di passito. Puoi conservare i taralli dolci in una scatola di latta o in una biscottiera di vetro ben chiusa. Mantengono la fragranza e la consistenza anche per una settimana.

Taralli dolci senza glutine con lo zucchero
Ecco i taralli dolci appena sfornati!
Se hai replicato una ricetta e ti va di farmelo sapere, mandami una foto sulla mia pagina Facebook!