Pasta frolla senza glutine con farine naturali

This post is also available in: English (Inglese)

Cerchi una pasta frolla senza glutine assolutamente perfetta? Elastica, croccante, friabile… Ideale per crostata, biscotti e golosi pasticcini? L’hai trovata! Sono sicura che dopo aver provato questa pasta frolla senza glutine con farine naturali non vorrai più tornare indietro. Vuoi sapere perché? Perché è friabile, gustosa, facilissima da lavorare e super versatile… Ti faccio vedere!

Biscotti di pasta frolla senza glutine con farine naturali ripieni di marmellata di amarene e ricoperti di cioccolato fondente e  zucchero a velo

Da quando ho provato a realizzare la pasta frolla senza glutine con il mix per pasta, non mi è venuta in mente l’idea di sperimentare qualcosa di diverso, se non per l’aggiunta di una certa percentuale di farine naturali diverse per ottenere sapori e consistenze più rustiche. Credevo di essere piuttosto soddisfatta da quella pasta frolla (e infatti, è davvero buona!), ma c’era ancora qualcosa che non mi rendeva del tutto soddisfatta. I mix senza glutine sono un validissimo aiuto, ma a volte hanno dei lati negativi.

Crostata di pasta frolla senza glutine con farine naturali ripiena di crema di nocciole

Ad esempio? Non sempre si trovano in tutti i negozi specializzati e molto raramente nei supermercati. In molti mi hanno chiesto come sostituire questa miscela già pronta, perché qualcuno fa fatica a trovarla e vorrebbe poter contare su un’alternativa. La reperibilità di alcuni mix è un problema.

Così ho pensato di cimentarmi nella realizzazione di una pasta frolla con l’impiego di sole farine in purezza, che sono sicuramente più semplici da trovare ed ormai sono a disposizione, certificate senza glutine, in tutti i supermercati. Il risultato è stato incredibilmente soddisfacente: la frolla è piuttosto elastica, friabile, dal sapore delicato e dal colore brillante. Per me, promossa!  

Posso dirti che molti mi hanno assicurato: “Questa è la crostata più buona che io abbia mai mangiato!” per poi rimanere di stucco sapendo che fosse senza glutine. Non ci credi? Ti sfido a provare! Vedrai che lascerai tutti senza parole.

Crostata di pasta frolla senza glutine con farine naturali ripiena di crema di nocciole

Questa ricetta assicura una pasta frolla senza glutine piuttosto versatile, adatta non solo per la classica crostata ma anche per frollini, crostatine (non sono adorabili quelle che vedi in foto?) pasticcini e… qualsiasi cosa la tua fantasia ti ispiri! Si aggiunge alla mia raccolta dedicata alle farine naturali che aggiorno di tanto in tanto a beneficio di tutti coloro che trovano più soddisfazione nell’impiego di farine monoingrediente.

I dolci realizzati con farine naturali vengono addirittura più buoni! Ma, ehi, non dirlo a nessuno: è un segreto tra noi! Vediamo allora la ricetta base per prepararla e poi ti darò qualche idea super golosa per utilizzarla. Se vuoi orientarti meglio nella lettura dell’articolo, ho preparato per te un piccolo menù.

Sei pronto? Allora iniziamo!

Pasta frolla senza glutine con farine naturali

Prepariamo la pasta frolla senza glutine!

  • 150g di farina di riso finissima
  • 70g di fecola di patate
  • 30g di farina di mais fumetto (ma ne ho provata anche una versione senza mais)
  • La punta di un cucchiaino di xantano
  • La punta di un cucchiaino di lievito per dolci (assolutamente facoltativo)
  • 100g di burro (ma ne ho provata anche una senza burro)
  • 100g di zucchero
  • 1 uovo intero e 1 tuorlo (non gettare via l’albume!)
  • La buccia grattugiata di un limone
  • Un cucchiaino di estratto di vaniglia o una bustina di vanillina  

Lavora a crema il burro, lo zucchero, la buccia del limone e l’estratto di vaniglia. Quando hai ottenuto una crema omogenea e senza grumi procedi ad aggiungere le farine, il lievito (se lo usi) e lo xantano. Impasta fino ad ottenere un composto sabbioso, poi a questo punto unisci le uova leggermente sbattute (ricorda: una per volta!). Continua a lavorare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Avvolgilo nella pellicola per alimenti e riponilo in frigo per almeno un’ora.     

Crostata con farine naturali senza glutine ripiena di crema di nocciole

La crostata

Se vuoi preparare una classica crostata, ma in versione senza glutine, procedi così. Preleva due terzi del composto e trasferiscilo su un foglio di carta forno. Con l’aiuto di un mattarello ricavane un disco più o meno sottile, secondo i tuoi gusti, leggermente più grande della teglia. Con queste dosi, si ottiene una crostata non troppo spessa di 22 cm di diametro e qualche biscottino. Abbi cura di infarinare il piano da lavoro e gli utensili con la farina di riso finissima.   

Crostata di pasta frolla senza glutine con farine naturali ripiena di marmellata di albicocche

Capovolgi la carta sulla teglia per crostata e, dopo aver rimosso delicatamente la carta forno, fai scorrere il mattarello lungo i brodi per rifinirli e premi leggermente sul fondo e sui lati per fare aderire la frolla. Non serve imburrare e infarinare la teglia, perché la frolla contiene già una buona percentuale di grasso. Infatti, in cottura ne rilascerà una parte e la crostata si potrà sfilare dallo stampo senza alcuna fatica.

Dopo aver foderato la teglia con la tua frolla, bucherella il fondo con i rebbi di una forchetta e farcisci a piacere la tua crostata con farine naturali senza glutine: io ho utilizzato la classica marmellata di albicocche, ma puoi davvero divertirti con tutti i ripieni che ti piacciono.

Crostata di pasta frolla senza glutine con farine naturali ripiena di marmellata di albicocche

Con la frolla rimanente, ricava le classiche striscioline o la decorazione che preferisci. Riponi in frigo ancora un’ora prima di infornare in forno già caldo a 180° per circa 25/30 minuti. 

Le crostatine

Se vuoi realizzare delle piccole crostatine senza glutine, magari per la merenda dei più piccoli, procedi come descritto più sopra, con le stesse accortezze. L’unica differenza è che i tempi di cottura saranno leggermente più brevi. Potrebbero bastare anche 15/20 minuti, a seconda delle dimensioni. Se vuoi farcire la tua crostata o le crostatine con la crema di nocciole (che delizia!), ti do un consiglio: cuoci la crostata già farcita per i primi 10/15 minuti coperta con la carta stagnola, poi prosegui la cottura dopo averla scoperta. Così eviterai che il ripieno si secchi e la tua crostata sarà super cremosa e golosissima. 

Crostata di pasta frolla senza glutine con farine naturali ripiena di crema di nocciole

I biscotti

Questa pasta frolla senza glutine è assolutamente perfetta per i classici frollini da tè. Attento, però. perché cuociono piuttosto in fretta: dieci minuti in forno già caldo saranno più che sufficienti! Quando prepari la frolla per i biscotti, però, ti suggerisco di spolverizzare bene sia il piano da lavoro che il mattarello con la fidata farina di riso. Muovi spesso la frolla stesa per assicurarti che non si sia attaccata al piano, poi dopo aver ricavato le formine cerca di sollevarle molto delicatamente con una spatola di gomma. La frolla è così elastica che si adatterà perfettamente anche alla formine più complesse e agli stampi ad estrusione.

Biscotti senza glutine con farine naturali ripieni di marmellata di albicocche

Per realizzare i classici occhi di bue, ripieni di marmellata, ricorda di farcirli da cotti e quando saranno già completamente freddi, altrimenti rischierai di romperli. I biscotti di pasta frolla si conservano anche per una settimana, se non sono farciti e se sono tenuti in una scatola di latta a chiusura ermetica. Non credo, però, che vivranno tanto a lungo!

Biscotti senza glutine con farine naturali ripieni di marmellata di albicocche e ricoperti di cioccolato fondente e  zucchero a velo
Non sono adorabili? Questa pasta frolla è talmente versatile, facile e veloce da lavorare che puoi utilizzarla per preparare biscotti e pasticcini di tutte le forme che preferisci! Prova i classici occhi di bue oppure dei ferri di cavallo. Libera la fantasia!

I cestini di pasta frolla

Se stai cercando un dessert più elegante, ma sempre meravigliosamente semplice, puoi anche utilizzare la frolla per preparare dei cestini da riempire con la farcitura che preferisci. In questo caso, ti consiglio di non aggiungere lievito nell’impasto, così la frolla risulterà più croccante e potrà meglio contenere il ripieno. Stendi la frolla non troppo sottile e ricava dei dischi poco più grandi dei tuoi stampini per tartelettes. Foderali accuratamente e premi leggermente sul fondo e sui bordi per farli ben aderire. Bucherella con i rebbi di una forchetta e porta in forno già caldo a 180° per circa 10/15 minuti. I gusci devono risultare ben dorati. Sforna e lascia raffreddare completamente.

Cestini di pasta frolla senza glutine con farine naturali

Quando i gusci sono completamente freddi, puoi riempirli come preferisci. Io ho realizzato una golosa crema pasticcera aromatizzata alla vaniglia e poi ho guarnito i cestini con dei biscottini a forma di fiore, della frutta fresca e del cioccolato a scaglie. Ti consiglio di farcire i cestini poco prima di servirli, così la frolla resterà ben compatta e non dovrà rimanere troppo tempo a contatto con la crema. Se invece vuoi farcirli in anticipo, ti do un consiglio: fondi del cioccolato a bagno maria e versalo nei cestini, poi rovesciali per rimuovere l’eccesso e lascia che il cioccolato si solidifichi. Creerà uno strato impermeabile (e i tuoi dolcetti saranno ancora più golosi!)

Cestini di pasta frolla senza glutine con farine naturali ripieni di crema pasticcera, mirtilli e cioccolato fondente

Domande frequenti. Come ottenere una pasta frolla perfetta senza glutine!

Biscotti senza glutine con farine naturali ripieni di marmellata di albicocche e ricoperti di cioccolato al latte e scagliette di cioccolato bianco

Posso omettere/sostituire lo xantano?

Lo xantano non è indispensabile, ma aiuta davvero molto. Rende la pasta più elastica, più lavorabile e ri-lavorabile. Basti pensare che l’ho re-impastata ben tre volte e l’ultima infornata di biscotti non ne ha affatto risentito. Se vuoi, puoi ometterlo, ma la sua presenza ti sarà sicuramente molto d’aiuto. 

Posso omettere il lievito per dolci?

Assolutamente sì. Il lievito per dolci non è presente nella ricetta tradizionale della crostata, ma noi, consapevoli di ciò, possiamo fare un po’ ciò che ci pare. Quando realizzo la crostata per me, aggiungo sempre un pizzico di lievito, perché mi piace di più. Ma non dirlo a nessuno!   

Biscotti di pasta frolla senza glutine con farine naturali ricoperti di cioccolato fondente e zucchero a velo

Posso impiegare farine diverse da quelle indicate nella ricetta?

La miscela di farine che ho impiegato è la mia rivisitazione di un mix proposto sulla rivista Cucina Naturale, che però così come formulato non mi convinceva particolarmente, per cui ho deciso di sperimentare e modificare le proporzioni fino ad ottenere una miscela che incontrasse precisamente i miei gusti. Sentiti, ovviamente, libero di fare altrettanto e sperimenta fino a quando non avrai trovato la tua miscela perfetta.

Biscotti senza glutine con farine naturali ripieni di marmellata di albicocche e ricoperti di cioccolato al latte e scagliette di cioccolato bianco
Se hai replicato una ricetta e ti va di farmelo sapere, mandami una foto sulla mia pagina Facebook!

Pasta frolla senza glutine con farine naturali

Una ricetta semplice, ideale per una frolla elastica e gustosa. Adatta per biscotti, crostate e pasticcini.
Preparazione15 min
Cottura25 min
Tempo di riposo2 min
Portata: Colazione
Cucina: Italiana
Keyword: crostata, farine naturali, pasta frolla

Ingredienti

  • 150 g farina di riso
  • 70 g fecola di patate
  • 30 g farina di mandorle
  • La punta di un cucchiaino xantano
  • La punta di un cucchiaino lievito per dolci facoltativo
  • 100 g burro
  • 100 g zucchero
  • 2 uova
  • Buccia di un limone
  • Una bustina vanillina

Istruzioni

  • Mescola insieme le farine, lo zucchero, il lievito e lo xantano.
  • Unisci anche il burro a cubetti e inizia ad impastare fino ad ottenere un composto sabbioso.
  • Unisci le uova leggermente sbattute insieme agli aromi e continua a lavorare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Avvolgi l'impasto nella pellicola per alimenti e riponi in frigo per almeno un'ora.
  • Preleva due terzi del composto e trasferiscilo su un foglio di carta forno. Con l'aiuto di un mattarello ricavane un disco più o meno sottile, secondo i tuoi gusti, leggermente più grande della teglia. Abbi cura di infarinare il piano da lavoro e gli utensili con la farina di riso finissima.
  • Capovolgi la carta sulla teglia imburrata e infarinata e, dopo aver rimosso delicatamente la carta forno, scorri il mattarello lungo i brodi per rifinirli e premi leggermente sul fondo e sui lati per fare aderire la frolla.
  • Bucherella con i rebbi di una forchetta e farcisci a piacere. Decora con le forme che preferisci ricavate dalla frolla rimanente. Riponi in frigo ancora per un'ora.
  • Inforna in forno già caldo a 180° per circa 25/30 minuti.

2 Risposte a “Pasta frolla senza glutine con farine naturali”

  1. Ciao Maria Pia,Volevo usare questo mix per una crostata che ho in mente di fare, però un mio commensale è allergico alla fecola di patate;con cosa posso sostituirla?Volevo anche chiederti, lo xantano posso sostituirlo con la gomma di guar visto che ce l'ho già in dispensa? In che misura?Grazie mille.

  2. Ciao! Puoi sostituire la fecola di patate con altrettanto amido di Mais o di tapioca. Il guar non lo uso molto, perché in cottura tende a seccare. Piuttosto, puoi provare ad ometterlo, anche se la frolla risulterà un pochino più difficile da lavorare ?

I commenti sono chiusi.